La felicità è diversa dal piacere:

La felicità è diversa dal piacere:

Spesso le persone si trascinano dietro diversi piaceri, e non ne lasciano uno che non lo commettono. E credono che, ottenendo tutti i piaceri possibili, avrebbero raggiunto la felicità. Ma si scoprono che sono le persone più lontane dalla felicità. I piaceri del mondo sono tanti e diversi, di forma e di aspetto, ma non ogni piacere comporta felicità, e quindi si confonde tra il concetto del piacere e quello della felicità. È vero anche che i due concetti si uniscono da un lato e si variano dall’altro lato. Si uniscono perché entrambi fanno sentire bene, ma si variano perché l’effetto del piacere è transitorio, e forse ne comporta delusione e pentimento, mentre la felicità è durevole.

E questa confusione tra il concetto di felicità e di piacere, viene malinteso dalla stessa persona, credendo che ogni piacere fosse felicità. La fama ad esempio, è un piacere incomparabile, ma quante persone di quelli che possiedono ricchezza, bellezza, fama e posizione, sono lo stesso infelici e si curano da psichiatri, o finiscono la loro vita con lo suicidio per mettere fine alle loro afflizione e tristezza. Quanto ne abbiamo sentito di personaggi famosi che si sono suicidati perché la vita diventata insopportabile. E spesso trovi colui che si è immerso nei piaceri sessuali, spostandosi da una all’altra, per finire dopo tra le braccia dell’AIDS!!! Le relazioni proibiti fanno piacere, ma distruggono famiglie e società. Vedere film pornografici è un piacere, ma sconvolge psicologicamente chi li guarda, e nello stesso tempo, è un’aggressione scandalosa alla castità e all’immunità della società. E tra gli altri piaceri è la pietanza, che alcuni ce ne tengono come un culto, riempiendosi di carne e dolciumi, per finire poi un assiduo cliente di medici e ospedali!!!

E a volte, questo malinteso tra il concetto felicità e piacere incoraggiato di certi fautori che promuovono i piaceri come autentici prodotti di felicità, mirando a conquistare le menti dei giovani e indirizzarle verso diverse direzioni. Il giovane che consuma droga, lo fa all’inizio per il suo effetto piacevole, poi diventa un giocattolo nelle mani di chi gliela fornisce!!

E le pubblicità che promuovono diversi prodotti attraenti, attirano la gente e li spingono a cercare sempre un prodotto o una nuova promozione!!

Quindi, non consiste nell’avere tutto ciò che ci si desidera! Altrimenti i ricchi e i presidenti sarebbero le persone più felici al mondo. Invece gli studi scientifici e l’osservazione diretta smentiscono questo fatto. E forse questo è un segno della giustizia di Dio in quest’universo. Non vedi la felicità di tanti poveri e sconosciuti! Anzi, non vedi che la felicità di tanti ricchi consiste in fatti morali che forse i poveri ne possiedono molto di più! Probabilmente la felicità consiste nel conforto!!



Subscribe