Home /Il cammino verso la felicità /La creazione dell'universo e dell'uomo... la saggezza, l’onorificenza e il traguardo. / Onorare la donna alla stregua dell’uomo:

Onorare la donna alla stregua dell’uomo:


Onorare la donna alla stregua dell’uomo:

Onorare gli esseri umani non è limitato a un genere senza l’altro. Ma all’origine, la donna è come l’uomo, alla stregua in tutte le onorificenze e le considerazioni. Allah disse nel Corano:

{Le donne divorziate osservino un ritiro della durata di tre cicli, e non è loro permesso nascondere quello che Allah ha creato nei loro ventri, se credono in Allah e nell’Ultimo Giorno. E i loro sposi avranno priorità se, volendosi riconciliare, le riprenderanno durante questo periodo. Esse hanno diritti equivalenti ai loro doveri, in base alle buone consuetudini, ma gli uomini sono superiori . Allah è potente, è saggio}.
[Al-Baqara (La Giovenca): 228]

E l’Elevatissimo disse:

{I credenti e le credenti sono alleati gli uni degli altri. Ordinano le buone consuetudini e proibiscono ciò che è riprovevole, eseguono l’orazione pagano la decima e obbediscono ad Allah e al Suo Messaggero. Ecco coloro che godranno della misericordia di Allah. Allah è eccelso, saggio}. [At-Tawba (Il Pentimento o la Disapprovazione): 71]

La donna non è assolutamente diversa dall’uomo quando si tratta di ricompensa nel giorno del giudizio. Allah disse:

Uguaglianza

“L’università di Oxford non aveva mai voluto pareggiare i diritti delle studentesse con quelli degli studenti (Nelle unioni studentesche e nei club) se non con un provvedimento emanato nel lontano 26 di Luglio del 1964”.

Il vero prodigio.

Rojer Jaruodi
Filosofo Francese
“Se paragoniamo le regole coraniche con quelle di tutte le altre società precedenti, vediamo che esse registrino un notevole progresso specialmente con le regole di Roma e Atene, dove la donna fu considerata eternamente minorenne”

{Il loro Signore risponde all’invocazione: “In verità non farò andare perduto nulla di quello che fate, uomini o donne che siate, chè gli uni vengono dagli altri. A coloro che sono emigrati, che sono stati scacciati dalle loro case, che sono stati perseguitati per la Mia causa, che hanno combattuto, che sono stati uccisi, perdonerò le loro colpe e li farò entrare nei Giardini dove scorrono i ruscelli, ricompensa questa da parte di Allah. Presso Allah c’è la migliore delle ricompense}. [Al-’Imrân (La Famiglia Imran): 195]

L’Eccelso disse:

{Quanto a coloro che, uomini o donne, operano il bene e sono credenti, ecco coloro che entreranno nel Giardino e non subiranno alcun torto, foss’anche [del peso] di una fibra di dattero}. [An-Nisâ’ (Le Donne) : 124]

L’onorificenza fu riservata anche alla donna, giacché Dio l’ha considerata perfettamente responsabile ed efficiente, esattamente come l’uomo nel bene e nel male, poiché il primo ordine preveniente da Dio fu diretto a entrambi, quando Dio disse ad Adamo e sua moglie:

{E dicemmo: “O Adamo, abita il Paradiso, tu e la tua sposa. Saziatevene ovunque a vostro piacere, ma non avvicinatevi a quest’albero ché in tal caso sareste tra gli empi}. [Al-Baqara (La Giovenca):35]

Poi, Dio l’Elevatissimo, non fece ricadere sulla donna la conseguenza dell’uscita di Adamo (La pace sia con lui) dal paradiso e la sofferenza dei suoi discendenti dopo di lui, com’è riportato in alcune religioni. Anzi, Allah precisò che egli (Adamo) fu il primo responsabile:

{Già imponemmo il patto ad Adamo, ma lo dimenticò, perché non ci fu in lui risolutezza}. [Tâ-Hâ:115]

{Ne mangiarono entrambi e presero coscienza della loro nudità. Iniziarono a coprirsi intrecciando foglie del giardino. Adamo disobbedì al suo Signore e si traviò Lo scelse poi il suo Signore, accolse il suo pentimento e lo guidò}[Tâ-Hâ: 121- 122]

Così, le donne e gli uomini nell’umanità sono uguali. Allah disse nel Corano:

{O uomini, vi abbiamo creato da un maschio e una femmina e abbiamo fatto di voi popoli e tribù, affinché vi conosceste a vicenda. Presso Allah, il più nobile di voi è colui che più Lo teme .In verità Allah è sapiente, ben informato}. [Al Hujurat (Le Stanze Intime):13]

E così, tutti, uomini e donne, sono partecipi e uguali: La responsabilità civile nei diritti sui beni privati: Il carattere morale della donna va considerto e rispettato, e Dio la uguagliò all’uomo nella capacità del dovere e dello svolgimento, confermando il suo diritto nell’agire e nello stipulare tutti i contratti, come il diritto di vendere, di comprare etc. E tutti questi diritti hanno validità di attuazione senza vincoli che legano la sua libertà nell’agire, tranne i vincoli che limitano la libertà dell’uomo stesso. Allah disse:

{Non invidiate l’eccellenza che Allah ha dato a qualcuno di voi: gli uomini avranno ciò che si saranno meritati e le donne avranno ciò che si saranno meritate. Chiedete ad Allah, alla grazia Sua. Allah in verità conosce ogni cosa} [An-Nisâ’ (Le Donne):32]

legislazioni convenzionali

“Durante la regnanza dell’impero bizantino, ci fu una grandissima riunione per discutere le condizioni della donna. I presenti decisero che la donna sarebbe un’entità senz’anima, e che non avrebbe ereditato la vita eterna per questo difetto. E che lei sarebbe sconcezza e non dovrebbe mangiare carne, né ridere, anzi non doveva parlare, e che dovrebbe passare il suo tempo in preghiera, devozione e servilità. E per impedirla di tutto ciò, le chiusero la bocca con un lucchetto di ferro. Quindi la donna, dal più alto rango sociale al più basso, camminava nelle strade, andava e veniva a casa sua con la bocca serrata, questo tranne le pene corporee che periva, giacché era considerata uno strumento di seduzione usato da satana per corrompere le anime”.

La donna secondo gli altri ..

“Le antiche leggi dell’India attestavano che le epidemie, la morte, l’inferno, il veleno, i serpenti e il fuoco sono meglio della donna, e che il diritto alla vita per una donna finisce con la morte del proprio marito, considerato suo signore e possessore. Per questo motivo, quando un uomo muore, sua moglie doveva gettarsi nel rogo insieme a lui per non essere condannata alla maledizione eterna”

Alla donna Dio assegnò il diritto di eredità, come esposto da Allah l’Elevatissimo nel Corano:

{Agli uomini spetta una parte di quello che hanno lasciato genitori e parenti; anche alle donne spetta una parte di quello che hanno lasciato genitori e parenti stretti: piccola o grande che sia, una parte determinata}.
[An-Nisâ’ (Le Donne): 7]

E predispose che lo status della donna nella legislazione sia esattamente come lo status dell’uomo, nel bene e nel male. Allah disse:

{Tagliate la mano al ladro e alla ladra , per punirli di quello che hanno fatto e come sanzione da parte di Allah. Allah è eccelso, saggio}.
[Al-Mâ’ida (La Tavole Imbandita): 38]

Senza trascurare la ricompensa nel giorno del giudizio. Allah disse:

{Daremo una vita eccellente a chiunque, maschio o femmina, sia credente e compia il bene. Compenseremo quelli che sono stati costanti in ragione delle loro azioni migliori}. [An-Nahl (Le Api): 97]

Lealtà e supporto. Allah disse nel Corano:

{Ai credenti e alle credenti, Allah ha promesso i Giardini in cui scorrono i ruscelli, dove rimarranno in perpetuo, e splendide dimore nei giardini dell’Eden; ma il compiacimento di Allah vale ancora di più: questa è l’immensa beatitudine !}

[At-Tawba (Il Pentimento o la Disapprovazione): 72 ]

Che ingiustizia è questa?!

Aristotele
Filosofo Greco
“La differenza tra la donna e l’uomo è come la differenza tra un signore e il suo servo, e come la differenza del lavoro manuale da quello mentale, e il barbaro dal greco. E la donna sarebbe un uomo mancato, fu lasciata ad un gradino inferiore nella scala dello sviluppo”.

La donna Francese.

“La questione della donna fu discussa in una conferenza tenutasi nel 586 in una provincia francese: i debuttanti si domandavano se la donna poteva essere considerata un essere umano oppure no. Alla fine, la decisione fu presa con l’affermazione che la donna è un essere umano, ma creata per servire l’uomo. Solo nel Febbraio del 1938, fu data alla donna, per la prima volta nella storia della donna francese, la libertà di aprirsi un conto corrente bancario”.

«E fu raccomandato di essere più teneri con le donne e di trattarle con gentilezza. Perciò, Allah vietò di uccidere le donne durante le guerre, e ordinò di assecondarle e aiutarle durante la mestruazione, mentre gli ebrei non lo facevano, anzi la disprezzavano e si allontanavano da lei finché non si purificava dai suoi cicli mestruali. E la donna ottenne la migliore onorificenza da parte del Profeta stesso quando Egli disse: “Il migliore dei credenti nella fede è il migliore nella moralità. E il migliore tra di loro è colui che è il migliore con le sue mogli”». (Narrazione di Al -Turmuzi).

«E quando una donna fu picchiata, durante la Sua epoca, il Profeta si arrabbiò dell’accaduto, e disse: “Uno di voi picchia sua moglie come se fosse una schiava, e alla fine del giorno va ad abbracciarla”». (Narrato da Al - Bukhari).

«E quando un gruppo di donne venne dal Profeta per denunciare i loro mariti, disse: “Tante donne hanno bussato alla porta del casato di Mohammed (Pace e Benedizione di Allah sulla Sua Anima) per denunciare i loro mariti, questi non saranno i migliori tra di voi”». (Narrato da Abu Dawood).

«In realtà, alla donna fu dato ciò che non n’è dato all’uomo, giacché Dio ordinò di essere devoti con la madre più del padre. Un uomo andò dal Profeta e disse:”O Messaggero di Dio, chi è il più meritevole della mia premura?” Il Profeta rispose:

“Tua madre.” L’uomo domandò: “E chi dopo lei?” Egli ripeté: “Tua madre.” Questi domandò ancora: “E chi dopo lei?” Il Profeta ripeté: “Tua madre, poi tuo padre, poi i tuoi parenti stretti in ordine di importanza”.

L’Islam riserva altissima ricompensa per l’educazione delle femmine che i maschi. Il Profeta disse in proposito: “Chi si prende cura delle fanciulle senza tetto, facendole del bene, esse gli faranno da scudo contro il fuoco dell’inferno”. E disse anche: “Dio Mio, Io offro tutto il mio supporto ai diritti dei due deboli: l’orfano e la donna”». (Narrato da Al- Nisai).

La donna con i diritti strappati.

Il libro Sacro
“Io mi sono aggirato con l’anima mia, per conoscere, per investigare, e per ricercare sapienza, e come si deve ben giudicare delle cose, e per conoscere l’empietà della stoltizia, e la follia della pazzia, ed ho trovato una cosa più amara che la morte: cioè: quella donna che non è altro che reti, e il cui cuore non è altro che giacchi, e le cui mani son tanti lacci, l’uomo gradevole a Dio scamperà da essa, ma il peccatore sarà preso da lei”. 7:25-26

Uguaglianza.

Muna Maklosky
Diplomatica Tedesca
“La donna aveva recuperato la sua libertà con l’avvento dell’Islam, e ha ottenuto una posizione elevata, perché l’Islam considera le donne pari agli uomini, l’uno completa l’altro. Inoltre, l’Islam ha invitato a insegnare la donna e fornirle di cultura e sapienza, e conferirle il diritto alla proprietà e la libertà di disporre di tutto ciò che possiede, le è stato conferito anche il diritto di stipulare i contratti di matrimonio e la libertà di pensiero e espressione”

Una legge convenzionale ingiusta

Re Henry VIII
“Il Re Henry VIII emanò una legge nella quale proibì alla donna di leggere il Libro Sacro. La donna di allora, secondo la legge inglese del 1850, non era considerata una cittadina alla stregua degli uomini. Infatti, la donna all’epoca non aveva diritti civili. Non aveva il diritto nemmeno di possedere i vestiti che indossava, né il diritto di disporre del denaro che guadagnava con la propria fatica”