Le radici di vocazioni dei messaggeri.

Le radici di vocazioni dei messaggeri.

Le vocazioni di tutti i profeti e i messaggeri sono concordi su radici comuni, perché derivano dalle stesse origini. Allah disse nel Corano:

{13 [Egli] ha stabilito per voi, nella religione, la stessa via che aveva raccomandato a Noè, quella che riveliamo a Te, [o Muhammad,] e che imponemmo ad Abramo, a Mosè e a Gesù: «Assolvete al culto e non fatene motivo di divisione». Ciò a cui li inviti è invero gravoso per gli associatori: Allah sceglie e avvicina a Sé chi vuole e a Sé guida chi Gli si rivolge [pentito]}. [Ash-Shûrâ (La Consultazione):13]

Per questo motivo, la religione dei profeti fu sempre la stessa, come Allah ci informa nel Corano:

{51 O Messaggeri, mangiate quello che è puro e operate il bene. Sí, io conosco bene il vostro agire. 52 In verità questa vostra Comunità è una Comunità unica e Io sono il vostro Signore. TemeteMi dunque}.
[Al-Mu’minûn (I Credenti):51-52]

Anche se le legislazioni si variarono. Allah disse nel Corano:

{48 E su di te abbiamo fatto scendere il Libro con la Verità, a conferma della Scrittura che era scesa in precedenza e lo abbiamo preservato da ogni alterazione. Giudica tra loro secondo quello che Allah ha fatto scendere, non conformarti alle loro passioni allontanandoti dalla verità che ti è giunta}. [Al-Mâ’ida (La Tavola Imbandita):48]

Se le legislazioni fossero diverse dalle radici, sarebbero fuori dalla saggezza, dall’interesse o dalla clemenza, sarebbero stati persino un ostacolo per produrre leggi conformi all’ispirata legislazione . Allah rilevò nel Corano: {71 Se la verità fosse consona alle loro passioni certamente si sarebbero corrotti i cieli e la terra e quelli che vi si trovano! No, abbiamo dato loro il Monito, ma essi se ne allontanano}. [Al-Mu’minûn (I Credenti):71]

E uno degli argomenti su cui i profeti furono tutti concordi tra loro e nei messaggi da Dio ricevuti:

La fede in Dio, nei Suoi angeli, nei Suoi libri, nei Suoi messaggeri, e nell’Ultimo Giorno, e nel decreto divino, qualsiasi fosse. Allah l’Elevatissimo disse:

{285 Il Messaggero crede in quello che è stato fatto scendere su di lui da parte del suo Signore, come del resto i credenti: tutti credono in Allah, nei Suoi Angeli, nei Suoi Libri e nei Suoi Messaggeri. “Non facciamo differenza alcuna tra i Suoi Messaggeri”. E dicono: “Abbiamo ascoltato e obbediamo. Perdono, Signore! È a Te che tutto ritorna”}. [Al-Baqara (La Giovenca):285]

Imporre il culto di adorare Allah, unico, senza pari o consoci, che è ben al di sopra dall’avere figlio, socio, antagonista o consimile, e ripudiare l’adorazione degli idoli. Allah disse nel Corano:

{25 Non inviammo prima di te nessun messaggero senza rivelargli: «Non c’è altro dio che Me. AdorateMi!»}. [Al-Anbiyâ’ (I Profeti):25]

E la stessa cosa valida anche riguardo al fatto di seguire la Sua retta via, evitando quella distorta. L’ordine di mantenere i patti, le misure e i pesi, di onorare i genitori, di diffondere la giustizia tra la gente, di essere sinceri nel dire e nel fare, di vietare l’oscenità, palese o celata, allontanarsi dal peccato o dal sopruso, vietare di sopprimere i figli, vietare di uccidere senza ragione, evitare l’usura, vietare l’impossessarsi del denaro dell’orfano, vietare lo sperpero, l’arroganza, sottrarre con truffa il denaro altrui.

Credere nel giorno del giudizio, perché ogni persona sa perfettamente che un giorno morirà, ma quale sarà la sua fine dopo la morte? Sarà felice o infelice? Tutti i messaggeri e i profeti indicarono ai loro popoli ogni segno sulla resurrezione e la consequenziale ricompensa, dipenderebbe dal fatto se fossero stati buoni o cattivi durante la loro vita, e questo fatto – cioè la resurrezione e il rendiconto – lo accettano le menti sane, e lo appoggiano le legislazioni divine. Dio il Creatore, il Potente, il Sapiente, il Saggio, è illibato di creare le creature sommariamente, lasciandoli al loro destino. Allah disse nel Corano:

{27 Non creammo invano il cielo e la terra e quello che vi è frammezzo. Questo è ciò che pensano i miscredenti. Guai ai miscredenti per il fuoco [che li attende]!} [Sâd:27 Creo]’

Anzi, ha creato le sue creature per una grande saggezza e per un nobile scopo. Allah disse:

{56 È solo perché Mi adorassero che ho creato i dèmoni gli uomini}.[Adh-Dhâriyât (Quelle che spargono) :56]

Non è proprio adatto a un Dio saggio che, chi Lo obbedisca, sia uguale a chi lo disobbedisca. Allah rivelò nel Corano:

{28 Tratteremo forse coloro che credono e fanno il bene alla stessa stregua di coloro che seminano disordine sulla terra? Tratteremo i timorati come i malvagi?} [Sâd:28]

Per questo, fu un atto della Sua perfetta saggezza di fare risorgere la gente nel giorno del giudizio, per ricompensare ogni persona secondo le sue azioni, sollevando il benefattore e castigando il malvagio. Allah precisò nel Corano:

{4 A Lui tutti ritornerete, promessa di Allah veritiera. È Lui che ha iniziato la creazione e la reitera per compensare secondo giustizia coloro che credono e compiono il bene. Quanto a coloro che sono stati miscredenti, saranno abbeverati con acqua bollente e avranno un castigo doloroso a causa di ciò che hanno negato.} [Yûnus (Giona): 4]

Perciò, come sarà facile fare risorgere le persone per chiederle rendiconto dopo la morte? Non era forse Lui, l’Elevatissimo, che creò i cieli e la terra?! E se avesse creato le creature – Eccelso nei cieli - senza un esempio precedente, non sarà capace di risuscitarle un’altra volta?! Allah disse nel Corano:

{33 Non vedono che Allah ha creato i cieli e la terra, che non Si è stancato della loro creazione ed è capace di ridare la vita ai morti? Si, in verità Egli è l’Onnipotente»}. [Al-’Ahqâf: 33]

E disse anche:

{81 Colui che ha creato i cieli e la terra non sarebbe capace di creare loro simili? Invece sí! Egli è il Creatore incessante, il Sapiente}. [Yâ Sîn:81]

Chi è capace di creare, sarebbe anche abile, indubbiamente, di risuscitare. Allah disse nel Corano:

{27 Egli è Colui che inizia la creazione e la reitera e ciò Gli è facile. A lui appartiene la similitudine più sublime nei cieli e sulla terra. È Lui l’Eccelso, il Saggio!}
[Ar-Rûm (I Romani) 27]

La pura origine

4_7.jpg

Deborah Potter
Giornalista Americana

“L’Islam non è una religione nuova inventata da Mohammad, ma quando è stata diffusa nella terra dopo seicento anni dell’ascensione di Gesù Cristo in cielo, egli aveva diffuso nuovamente l’ispirazione divina che aveva avuto corpo nelle religioni divine precedenti, e le aveva riportate alla sua originale purezza, perché tutti i profeti inviati da Dio, furono musulmani e i loro messaggi furono sempre identici”.

Anzi, col permesso di Dio, sono stati risuscitati dei morti, nella vita terrestre, davanti ad Abramo. Allah disse nel Corano:

{260 E quando Abramo disse: “Signore, mostrami come resusciti i morti “, Allah disse: “Ancora non credi?”. “Sì, disse Abramo, ma [fa] che il mio cuore si acquieti”. Disse Allah: “Prendi quattro uccelli e falli a pezzi, poi mettine una parte su ogni monte e chiamali: verranno da te con volo veloce. Sappi che Allah è eccelso e saggio”}. [Al-Baqara (La Giovenca):260]

E questo avvenne anche per mano di Gesù. Allah disse:

{110 E quando Allah dirà: «O Gesù figlio di Maria, ricorda la Mia grazia su di te e su tua madre e quando ti rafforzai con lo Spirito di Santità! Tanto che parlasti agli uomini dalla culla e in età matura. E quando ti insegnai il Libro e la saggezza e la Torâh e il Vangelo, quando forgiasti con la creta la figura di un uccello, quindi vi soffiasti sopra e col Mio permesso divenne un uccello. Guaristi, col Mio permesso, il cieco nato e il lebbroso. E col Mio permesso risuscitasti il morto. E quando ti difesi dai Figli d’Israele allorché giungesti con le prove. Quelli di loro che non credevano, dissero: “Questa è evidente magia»}. [Al-Mâ’ida (La Tavola Imbandita):110]

Il vero monoteismo

4_8.jpg

Laura Vaglieri
Orientalista Italiana

“Mohammad, il Messaggero Arabo, con una voce profondamente ispirata da Dio, aveva invitato gli idolatri, i seguaci dell’ebraismo e del cristianesimo modificato, alla più pura dottrina monoteistica, e accettò di fare una lotta aperta con alcuni vizzi arretrati della gente che condurrebbero le persone a consociare con il Creatore altri dèi”.



Subscribe