I prodigi nel Corano e nella Sunna.

I prodigi nel Corano e nella Sunna.

Ogni messaggero ha un segno che conferma la veridicità della sua profezia e il suo messaggio. Ad esempio, il segno di Mosè era il bastone, e quello di Gesù Cristo fu la guarizione del cieco e del lebbroso e risorgere i morti con il permesso di Dio. Mentre il Magnifico Corano fu il segno dell’ultimo dei profeti e messaggeri, Mohammed, (Pace e Benedizione di Allah su di Lui), commisurato e valido fin tanto dura l’umanità. E se il Magnifico Corano era un libro di guida, esso è, nello stesso tempo, miracoloso in ogni cosa, e questa miracolisità era e resterà un segno della veridicità del messaggio e della sincerità del Profeta, e che è inviato dal Creatore, il Donatore, l’Eterno Sovrano, inviato con l’ultimo dei profeti e dei messaggeri, e valido per ogni tempo e ogni luogo. E a parte degli aspetti miracolosi già citati, il Corano è miracoloso anche nelle sue narrazioni scientifiche, come è stato rivelato dai ricercatori contemporani nelle spiegazioni dettagliate delle scienze naturali nel Corano che non sono scoperte solo recentemenete, come ad esempio: le fasi della creazioni, la creazione del feto in una descrizione perfetta prima che la gente sapesse qualcosa in merito centinaia di anni prima.

Allah disse:

{12 In verità creammo l’uomo da un estratto di argilla. 13 Poi ne facemmo una goccia di sperma [posta] in un sicuro ricettacolo, 14 poi di questa goccia facemmo un’aderenza e dell’aderenza un embrione;dall’embrione creammo le ossa e rivestimmo le ossa di carne. E quindi ne facemmo un’altra creatura. Sia benedetto Allah, il Migliore dei creatori!} [Al-Mu’minûn (I Credenti):12-14]

Sulla creazione degli uomini, Allah disse nel Corano:

{6 Vi ha creati da un solo essere, da cui ha tratto la sua sposa. Del bestiame vi diede otto coppie. Vi crea nel ventre delle vostre madri, creazione dopo creazione, in tre tenebre [successive]. Questi è Allah, il vostro Signore! [Appartiene] a Lui la sovranità. Non c’è altro dio all’infuori di Lui. Come potete allontanarvi [da Lui]?} [Az-Zumar (I Gruppi):6]

Caratteristiche del Feto

7_27.jpg

Professor Jushjudi Kozan
Direttore dell’Osservatorio di Tokyo

“Non trovo difficoltà alcuna ad accettare l’idea che il Corano fosse il Libro di Allah, giacche la descrizione del feto nel Corano, non fu possibile costruirla nei dettagli solamente sulle basi della conoscenza nel settimo secolo, e per questo motivo l’unica conclusione plausibile é che questa descrizione fu rivelata a Mohammed da parte di Allah”.

Quando i medici consoltarono i loro riferimenti e le loro scoperte, trovarono conferma di quanto fu rivelato da Allah l’Onnipotente, in aggiunta quello che concerne il punto sensibile nel corpo. Allah precisò:

{56 Presto getteremo nel Fuoco coloro che smentiscono i Nostri segni. Ogni volta che la loro pelle sarà consumata, ne daremo loro un’altra, sí che gustino il tormento. In verità Allah è eccelso e saggio}. [An-Nisâ’ (Le Donne): 56]

E l’affermazione sulla vastità dello spazio. Egli disse:

{47 Il cielo lo abbiamo costruito con la Nostra potenza e [costantemente] lo estendiamo nell’immensità;} [Adh-Dhâriyât (Quelle che spargono):47]

E la spiegazione riguardo al percorso del sole nella sua orbita. Allah disse:

{37 È un segno per loro la notte che spogliamo del giorno ed allora sono nelle tenebre. 38 E il sole che corre verso la sua dimora : questo è il Decreto dell’Eccelso, del Sapiente}. [Yâ Sîn:37-38]

La Sunna Profetica, comunque, non fu isolata dai miracoli come in questo caso. La Madre dei Credenti, Aisha, (Allah possa essere soddisfatto di Lei), disse, riportando le parole del Profeta Mohammed: «Il corpo di un essere umano è predisposto di trecento sessanta articolazioni, e chi magnifica, ringrazia, esorta, e chi si ricorda di Allah, e chi si pente, acclama o toglie un ostacolo, una pietra, una spina o un sasso dalla via dove passa la gente, e ancora chi offre buoni consigli trecento sessanta volta al giorno, non raggiungerà la sera prima di aver salvato se stesso lontano dal fuoco dell’inferno» (Narrato da Muslim).

E come si è provato oggi scientificamente, senza queste articolazioni nel corpo umano, non sarebbe stato mai capace di muoversi né di godere la bontà della propria esistenza in questa vita, nè svolgere le funzioni come erede in essa. Da qui, l’obbligo dell’uomo di ringraziare Dio ogni giorno per questo dono che testimonia la magnificenza e la valutazione del Creatore in ogni Sua creazione. E la cosa miracolosa in questo detto è la precisazione da parte del Profeta del numero delle articolazioni in un epoca dove la gente non sapeva nulla di tutto ciò. E la maggiore parte della gente oggi, negli albori del ventunesimo secolo, non saprebbe dirlo. Anzi, una vasta percentuale dei professori nel campo della medicina non la conoscerebbe!! Solo ultimamente, hanno concluso che il numero delle articolazioni nel corpo umano è trecentosessanta come fu precisato dal Profeta quattordici secoli fa, di cui (147) nella colonna vertebrale, (24) nel torace, (86) nella parte superiore del corpo, (88) nella parte inferiore e (15) nel bacino. (29)

La domanda che viene spontaneamente obbligatoria: Chi, eccetto Dio il Creatore, aveva potuto insegnare all’ultimo dei profeti e messaggeri questa verità scientifica così dettagliata che soltanto negli ultimi anni del ventesimo secolo, gli scienziati sono riusciti a conoscere? Inoltre, chi aveva l’interesse a suggerire o a rivelare al Profeta Mohammed (Pace e Benedizione di Allah sula Sua Anima) di inoltrare in un fatto così metafisico?! Se Dio, con la Sua globale e totale sapienza, non sapesse che l’uomo, un giorno, arriverà a concepire questa verità nell’anatomia umana, non avrebbe suggerito questo al profeta, confermando la sua ispirazione divina. Ma la strada della scienza e della civiltà se non è correlata con la moralità, sarà una civiltà di distruzione, ed una scienza destinata ad aumentare la miseria e la rovina, non per confortare la gente e renderli felici. Inoltre, la strada della felicità, senza scienza e civiltà, sarà eritica e mitologica. Quindi, la strada della scienza e la civiltà, senza morali, sarà distruttiva per l’individuo, per le nazioni, per le società e per l’intera umanità ..

Un Messsagero Analfabeta

7_28.jpg

Henri de Castri
Un ex colonnello dell’esercito Francese

“La mente umana si confonde nel chiedersi come fanno quei versetti Coranici a essere il prodotto di un uomo illetterato; l’intero Oriente ammise che la mente umana sia totalmente incapace di produrre tali versetti Coranici, sia come pronuncia sia come significato”.

Miracoli dell’universo

7_29.jpg

Deborah Potter
Giornalista Americana

Come fece Mohammed, l’uomo analfabeta cresciuto in un ambiente analfabeta, a conoscere i miracoli dell’universo di cui al Corano che descrivo’ dettagliatamente, che la scienza moderna sta ancora cercando di scoprire?! Queste parole, quindi, devono essere per forza di cose provenienti da Allah, l’onnipotente”.



Subscribe